szukaj
Wyszukaj w serwisie


Polonia. L’Esperto dell’Università Cattolica di Lublino: Trattiamo le minacce alle famiglie come opportunità

FNS / 14.09.2023
foto: Pixabay
foto: Pixabay

Ciò che sembra essere una minaccia può essere un’opportunità. Le difficoltà di comunicazione tra genitori e figli, se affrontate, possono portare ad un approfondimento del loro rapporto e ad una costruzione consapevole dei legami familiari – ha sottolineato in un’intervista a Family News Service la dott.ssa Renata Pomarańska, docente universitaria ed esperta dell’Università Cattolica di Lublino (KUL) per la famiglia, che condurrà dei workshop per bambini e giovani durante il Congresso delle famiglie polacche e emigrate che si terrà a Danzica dal 15 al 17 settembre prossimi.


Sia le famiglie in Polonia che quelle all’estero si misurano con il problema delle difficoltà di relazione con i bambini e i giovani. “Vale la pena parlare e costruire relazioni con i bambini in ogni occasione. Vale la pena di prendersi la briga di capire quali sono i bisogni dei bambini, cosa li interessa, e di comunicare con loro in modo semplice” – ha sottolineato la dott.ssa Renata Pomarańska.

I problemi di comunicazione con i figli derivano dall’incapacità di base dei genitori di costruire relazioni. “L’individualismo attacca la famiglia dall’interno. È la realizzazione di sé a spese degli altri”, ha affermato la dottoressa Pomarańska.

La dott.ssa Renata Pomarańska ha sottolineato che le ideologie contemporanee non favoriscono la costruzione di legami familiari e spesso vengono promossi cattivi modelli di vita familiare. “Una famiglia forte, basata sul rispetto e sulla fiducia, è in grado di sopravvivere con dignità e di far fronte a numerose sfide e minacce”, ha affermato. “La condizione è che la famiglia sia forte nella fede, nell’amore e nel legame emotivo tra genitori e figli e tra la generazione più anziana, cioè i nonni”, ha concluso la dott.ssa Renata Pomarańska.

“Le famiglie polacche sono spesso separate. L’assenza di uno o di entrambi i genitori si traduce spesso in negligenza nel processo educativo, così come nella sfera della trasmissione della fede” – ha sottolineato la dott.ssa Renata Pomarańska. Secondo l’esperta, un bambino dovrebbe sapere perché l’emigrazione di uno o più genitori è necessaria, quanto durerà e quali possono essere le conseguenze. “Il bambino, per quanto possibile, dovrebbe partecipare alle discussioni che precedono la partenza del genitore o dell’intera famiglia per l’emigrazione” – ha sottolineato l’esperta della KUL. È importante che gli accordi siano rispettati e che il bambino non si senta abbandonato. “Il bambino deve avere la certezza di essere amato e legato a entrambi i genitori” – ha rimarcato la dott.ssa Pomarańska.

La dott.ssa Pomarańska ha invitato tutte le famiglie a partecipare al Congresso delle famiglie polacche e dell’emigrazione a Danzica. “Ci saranno ospiti interessanti, specialisti provenienti da tutto il mondo. Questo incontro e lo scambio reciproco di esperienze può essere un rafforzamento delle proprie famiglie e dare strumenti concreti per costruire e rafforzare i legami familiari”, ha dichiarato in un’intervista a Family News Service.
Renata Pomarańska è docente universitario alla KUL. Insegna studi sulla famiglia. Al Congresso condurrà workshop per bambini e giovani di età superiore ai 15 anni “Insegnerò ai bambini come parlare quotidianamente ai gentori, in modo pratico attraverso vari esercizi, sia per trasmettere loro le proprie comunicazioni e per esserne compresi, sia per imparare ad ascoltare meglio e comprendere ciò che mamma e papà ci vogliono dire” – ha chiarito la dott.ssa Pomarańska.

Organizzatore del Congresso per le Famiglie in Polonia e nell’Emigrazione è il Consiglio per l’Emigrazione Polacca presso la Delegazione per la Pastorale dell’Emigrazione della Conferenza Episcopale Polacca. Il Congresso si è svolto sotto il patrocinio onorario della Conferenza Episcopale Polacca. L’edizione di quest’anno si svolgerà in forma ibrida – in presenza a Danzica e online. Tra i partecipanti vi sono persone provenienti da Germania, Francia, Svizzera, Stati Uniti, Italia, Lituania e Ucraina.

Per le iscrizioni al Congresso in presenza per le famiglie dall’Estero e dalla Polonia: https://gcb.treevent.pl/rejestracja.qbpage?konfId=1454853&setLanguage=pl

Per le iscrizioni al Congresso online (trasmissione solo di alcuni eventi; sarà disponibile anche la traduzione in lingua inglese): https://kongresrodzinpolonijnych.pl/online.qbpage
Ulteriori informazioni: https://kongresrodzinpolonijnych.pl/

Materiale preparato in collaborazione con Polskifr.fr e Family News Service

Dodaj komentarz

Twój adres e-mail nie zostanie opublikowany. Wymagane pola są oznaczone *

Avatar użytkownika, wgrany podczas tworzenia komentarza.


2024-07-20 23:15:14