szukaj
Wyszukaj w serwisie

Polonia: Conferenza Stampa di presentazione della XXIX Giornata Mondiale del Malato

Ufficio per le Comunicazioni Estere della Conferenza Episcopale Polacca / 08.02.2021
@ChurchInPoland/Twitter
@ChurchInPoland/Twitter

“La situazione dell’ammalato è difficile perché tutto quello che aveva pianificato viene distrutto in un momento” – ha dichiarato S.E. Romuald Kamiński, Vescovo di Varsavia-Praga e Presidente del Collegio per la Pastorale Sanitaria della Conferenza Episcopale Polacca, aggiungendo che “l’ammalato ha bisogno che gli si stia vicino in modo reale e senza limiti di tempo e denaro”.


L’8 febbraio alle ore 11 ha avuto luogo la Conferenza Stampa online di presentazione della XXIX Giornata Mondiale del Malato, incentrata sulle parole “fiducia”, “vicinanza”, “tempo” e con riferimento al Messaggio di Papa Francesco.

Dopo l’intervento di vescovo Kamiński, la prof.ssa Małgorzata Krajnik, Presidente della Società polacca per la cura spirituale in medicina dell’Università Nicolò Copernico di Toruń, e del Collegio Medico di Bydgoszcz, citando il Messaggio di Papa Francesco “La vicinanza è un balsamo prezioso, che dà sostegno e consolazione a chi soffre nella malattia” ha presentato due iniziative. 

La prima, “Resta con me: supporto sociale e spirituale per i pazienti ospedalizzati per Covid-19” in atto dal dicembre scorso, che ha supportato finora oltre 600 persone in ospedale che chiedevano qualcuno con cui parlare e che ha accompagnato fino all’ultimo istante in modalità virtuale gli ammalati di covid. 

La seconda iniziativa presentata dalla prof.ssa Krajnik è chiamata “Incoraggiami”. Per essa è stato realizzato materiale ad hoc, come, depliants, un film, e un webinar con indicazioni pratiche per cappellani ospedalieri. “Il cappellano è visto come parte integrante dell’equipe di cura della persona, perché l’aiuto spirituale è molto richiesto”, ha precisato la prof.ssa Krajnik.

Sullo sviluppo del sistema della cura in Polonia e sulle forze economiche e umane messe in atto dal Fondo per la Salute Nazionale in questo momento di pandemia, ha parlato Zbigniew Terek, Direttore del Fondo Nazionale della Salute della Masovia. 

La Giornata Mondiale del Malato è stata indetta da Giovanni Paolo II il 13 maggio 1992, per sensibilizzare a una migliore cura del malato. A partire dall’anno successivo, si celebra l’11 febbraio, festa della Madonna di Lourdes, ha ricordo il conduttore dell’incontro, il Rev. Leszek Gęsiak SJ, portavoce della Conferenza Episcopale Polacca.

Tra le varie iniziative in programma in tutta la Polonia per la celebrazione della Giornata Mondiale del Malato, si segnala la S. Messa che sarà celebrata nella sala riunioni dell’Ospedale Clinico Centrale del Ministero dell’Interno e dell’Amministrazione in ul. Wołoska 137 a Varsavia l’11 febbraio 2021 alle ore 11 da Mons. Salvatore Pennacchio, Nunzio Apostolico in Polonia, mentre l’omelia sarà tenuta dal Card. Kazimierz Nycz, Arcivescovo Metropolita di Varsavia.