szukaj
Wyszukaj w serwisie

Perle del #WYSZYNSKI | Il Lavoro: Creatori di cultura

Family News Service / 01.02.2022
foto: Istituto del Primate
foto: Istituto del Primate

Tratti da discorsi e scritti del Cardinale STEFAN WYSZYŃSKI, beatificato il 12 settembre 2021, amico di Giovanni Paolo II.


Perle del #WYSZYNSKI | L’Amore >>>

Perle del #WYSZYNSKI | La persona umana >>>

Perle del #WYSZYNSKI | La Famiglia: Uomini e Padri >>>

Perle del #WYSZYNSKI | La Famiglia: Donne e madri >>>

Perle del #WYSZYNSKI | La Famiglia: Genitori >>>

Perle del #WYSZYNSKI | La Famiglia: Giovinezza >>>

Perle del #WYSZYNSKI | Il Lavoro: Governanti e Autorità di Governo >>>

Perle del #WYSZYNSKI | Il Lavoro: Insegnanti ed educatori >>>

 

123.

Quando ti siedi alla scrivania di redazione, immergi la tua penna nel sole dell’anima e scrivi con i raggi del sole! [i]

 

124.

Quando sei in biblioteca e consegni un libro a qualcuno, guardalo attentamente nell’anima e negli occhi in modo da sapere cosa offrire. Non a tutti viene somministrata la stessa dose di medicinale, perché se per qualcuno è di aiuto, a un altro può far del male. [ii]

 

125.

La verità è sempre crocifissa e per la verità che si predica bisogna pagare piuttosto che venir pagati. [iii]

 

126.

È interessante che le persone spesso non credano più alla parola scritta, ma credano alla parola viva. Perché una parola viva non si pronuncia solo con la bocca, ma con gli occhi vivi. Gli occhi aiutano a capire la parola e l’intenzione contenuta nella parola: Parli in modo tale, guardi con i tuoi occhi in modo tale, che ti credo…[iv]

 

127.

Grande è il potere di una parola buona, gentile, piena di contenuto, nella quale si avverte il rispetto per le persone, la speranza e la fiducia che, però, si trovano in un linguaggio comune. [v]

 

128.

La parola c’è per trasmettere l’amore. È uno strumento d’amore, è uno strumento estremamente modesto, con l’aiuto del quale, immergendosi nell’essenza di Dio, estraiamo qualcosa di Suo da donare alle persone. [vi]

 

129.

La parola è sempre troppo stretta, come il guscio da cui si estrae il frutto per una nuova vita. Quanto è difficile con l’aiuto delle parole trasmettere tutta la profondità del contenuto! Se l’anima di una persona è piena di tale contenuto, quanto benedetto e nutriente è il suo servizio alla cultura nazionale! [vii]

 

130.

La persona si serve di espressioni del suo vocabolario che sono la fotografia della sua interiorità. [viii]

 

131.

È necessario che lo scrittore si senta più una persona chiamata che uno scrittore professionista. [ix]

 

132.

Nel recitare in scena, a teatro e anche in quelle voci oscure stampate nei giornali, la tua voce sia trasmessa alle persone in modo tale che possano in essa sentire la voce di Dio. [x]

 

[i] Piszcie samymi słowami (Scrivete soltanto con le parole). Jasna Góra, 4 maggio 1958. Głos, 85.

[ii] Ivi.

[iii] Cena słowa prawdy (Il prezzo della parola di verità). Poznań, Chiesa di San Martino, 23 aprile 1970. Z rozważań, 132.

[iv] Mówcie prawdę jedni drugim, boście sobie braćmi… Krucjata dobrego słowa (Dite la verità gli uni agli altri, perché siete fratelli … Crociata della buona parola).  Piekary Śląskie, 31 maggio 1970. Idzie, 247.

[v] Bądźcie nauczycielami prawdy. (Siate insegnanti della verità). Varsavia, 27 marzo 1971. KP 36, 163.

[vi] Zaszczytna służba słowu. (L’onorevole servizio della parola). Varsavia, abitazione del Primate, 8 ottobre 1976. KP 55, 197. Z rozważań, 237; Idzie 175.

[vii] Ivi. KP 55, 198; Z rozważań, 238; Idzie 176.

[viii] Słowo – mostem prawdy i miłości. (La Parola – un ponte di verità e amore).  Varsavia, Chiesa di Sant’Anna, 15 marzo 1980. KP 64, 108-109; Idzie 186.

[ix] Ivi 1980. KP 64, 112; Idzie 188.

[x] Głos Boga w głosie człowieka (La voce di Dio nella voce dell’uomo). Varsavia, Chiesa di Sant’Anna, 30 aprile 1979, KP 62, 179.

Dodaj komentarz

Twój adres e-mail nie zostanie opublikowany. Wymagane pola są oznaczone *

Avatar użytkownika, wgrany podczas tworzenia komentarza.


2024-04-17 23:15:11